L’IVA sulle fatture ricevute è sempre detraibile, a prescindere dal pagamento

Ci ha provato, l’Agenzia delle Entrate. Il committente di un appalto aveva ricevuto una fattura che non aveva ancora pagato: proprio in ragione del mancato pagamento, secondo i funzionari dell’Agenzia, il contribuente non avrebbe potuto portare in detrazione l’iva a suo credito. In base ai principi di neutralità dell’imposta e tenuto conto che il diritto alla detrazione sorge (sulla base di quanto previsto dall’art.19 del “Decreto Iva”) nel momento in cui l’imposta diventa “esigibile”, è irrilevante il pagamento, così come è anche irrilevante l’eventuale esecuzione parziale della prestazione (perché la fattura potrebbe essere anche stata emessa per un acconto).

Nel caso raccontato, la Cassazione è intervenuta con sentenza 6794/2020 a sancire la effettiva detraibilità dell’iva da parte del committente che ha ricevuto la fattura, ancorché non subito pagata.

buss0004

Post correlati

Lascia il tuo commento Required fields are marked *

Da oltre 50 anni lo Studio Sollena si occupa prevalentemente di consulenza societaria, tributaria, del lavoro, legale ed elaborazione dati contabili. Per usufruire della nostra consulenza e dei nostri servizi contattaci tramite email, chat o social network. Avrai modo di verificare la competenza ed il rispetto della clientela che da decenni ci contraddistinguono.